Una delle paure delle imprenditrici è di annoiare il proprio pubblico. Ecco come trovare nuovi argomenti per i tuoi contenuti di marketing.

Hai presente Willy Wonka e La Fabbrica di Cioccolato? Ovviamente parlo di quello del 1971 con Gene Wilder 🙄

Bene, ti ricordi il mitico succhia-succhia-che-mai-si-consuma? Era l’oggetto del desiderio di ogni produttore di caramelle: un gomma da masticare che cambiava sempre sapore rimanendo gustosa in eterno. Un pozzo senza fondo di bontà!

E ora immagina di avere a tua disposizione un succhia-succhia-che-mai-si-consuma per i tuoi contenuti di marketing…quanto sarebbe bello lasciare da parte la paura di essere noiosa e di ripeterti parlando sempre delle stesse cose?

Tanto vero?

Bene, ce l’hai!

Premessa: ma ti serve? E quanto ti serve?

Ok, questa l’hai capita solo se hai più di 40 anni (se sei curiosa guarda qui e ricorda che se siamo sopravvissute noi agli anni ’80 tu puoi sopravvivere a qualunque cosa!).

Ma veniamo a noi e chiariamo un punto importante: non è bene produrre sempre contenuti di marketing nuovi di zecca.

Bum! Ma cosa dice questa?

Ti dico la verità, perché c’è un fattore che in poche considerano: lavori ogni giorno per avere un pubblico più ampio, ma questo significa che i contenuti che hai pubblicato 6 mesi fa difficilmente verranno letti da un nuovo arrivato, quindi riproporli (magari in forma diversa o su diversi canali) è importante.

“Ma chi già mi seguiva si annoierà!”

No se li approcci da un diverso punto di vista! Magari con il racconto-intervista di un cliente o partendo da notizie di attualità o da una riflessione che hai fatto mentre portavi a spasso il cane ( a me vengono di solito mentre zappetto in giardino o stendo il bucato 😅 )

Il metodo per avere sempre nuovi contenuti di marketing

I contenuti di marketing (e sai che io parlo indifferentemente di marketing e comunicazione) che crei per il tuo business si dividono in 6 grandi filoni:

  1. I tuoi valori, i tuoi principi, la tua filosofia professionale
  2. La tua storia
  3. Cosa fai e come lo fai
  4. Le tue fonti di ispirazione
  5. Il tuo network (mentori, clienti, fornitori)
  6. La tua personalità (il tuo privato, le tue passioni, quello che ti accade fuori dall’ambito professionale)

È una classificazione leggermente diversa dalle 6 dimensioni della condivisione ma per la maggior parte sovrapponibile. Diciamo che questa vede i contenuti di marketing dal tuo punto di vista, mentre l’altra li approccia dal punto di vista del consumatore.

L’ideale è inserire le 6 dimensioni della condivisione nei contenuti che crei secondo il tuo punto di vista, così da facilitare la vita a te e soddisfare le richieste dei tuoi clienti.

Bene, ma come trovare temi sempre nuovi?

Io uso due sistemi, alternandoli in modo da approcciare le cose in modo sempre nuovo. Vediamoli insieme.

I 5 perché

Il primo metodo è quello dei 5 perché, una tecnica di problem solving che ho imparato in azienda. Per saperne di più puoi andare qui. Questa tecnica funziona benissimo per descrivere i vari livelli di approfondimento di un singolo tema.

Facciamo un esempio: il mio amore per la narrazione. Perché amo le storie applicate al business? Perché trasformano in qualcosa di magico anche un prodotto molto semplice. Perché questo succede? Perché utilizzando lo schema della fiaba rievocano il piacere che provavamo da bambini nel farci raccontare le favole, perché spiegano in modo intuitivo concetti anche complessi, perché danno speranza o fanno sentire eroici.

Urka, stop! Siamo al secondo perché e abbiamo dato 3 risposte. Quindi a questo punto si prosegue su 3 filoni diversi:

  • il piacere che provavamo da bambini nel farci raccontare le favole
  • la comprensione intuitiva di concetti anche complessi
  • il fatto che le storie diano speranza o facciano sentire eroici.

E quindi su ognuna di queste motivazioni andrò avanti con i perché fino a non poter più rispondere.

A questo punto riguarderò le catene di risposte e sceglierò se trasformare i 3 filoni in altrettanti contenuti (magari a puntate) o se fare questo e in più approfondire singoli argomenti come tematiche indipendenti.

I fattori primi

Il secondo metodo è quello della scomposizione in fattori primi per creare contenuti di marketing quasi infiniti. Se non ti ricordi più cosa sono i fattori primi puoi ripassare qui 😜 Questa tecnica prevede di prendere un tema (soprattutto tecnico) e scomporlo in tutte le sue parti

Anche stavolta facciamo un esempio: sto progettando i vari blogpost di quest’anno e, come sai, ogni mese è dedicato al tema trattato nel webinar della Sweet Marketing Academy; a ottobre il tema sarà il Blog e uno dei contenuti che sto creando è la guida al post efficace (odio il termine “cosa XYZ perfetta” perché penso che la perfezione non esista e che se esistesse sarebbe una palla infame) quindi ho iniziato a scomporre la creazione di un blogpost nelle sue componenti essenziali:

  • Scegliere la chiave di ricerca
  • Scegliere il titolo
  • Scegliere il titolo SEO
  • Scrivere la meta descrizione
  • Creare l’immagine di copertina
  • Creare l’immagine per Pinterest
  • Fare il diagramma a sole
  • Stendere la scaletta
  • Scegliere la struttura (se vuoi saperne di più corri qui)
  • Le 3 sezioni principali:

E qui mi è venuto un pensiero: ok creare una guida al blogpost efficace, completo o come lo vuoi chiamare tu, ma perché non usare ognuno di questi argomenti anche per una serie sui miei social? Ad esempio su Instagram!

E, ancora, perché non espandere il blogpost fino a farlo diventare una guida scaricabile come freebie dalla mia pagina di risorse gratuite? Ti piacerebbe?

E pensa alle potenzialità di questi metodi se applicati ai case study con i tuoi clienti, al loro modo di usare i tuoi prodotti o di usfruire dei tuoi servizi!

So che invece di un pozzo da cui estrarre l’acqua avresti preferito una bacchetta magica, ma il tuo business merita un po’ di sforzo vero? Soprattutto perché scoprirai che con questi sistemi è davvero facile creare contenuti e smetterai finalmente di sbattere la testa al muro.

Come sempre aspetto i tuoi commenti e se vuoi condividere con me il risultato dei tuoi esercizi su Instagram tagga il mio profilo @sarasalvarani!

Come trovare nuovi argomenti per i tuoi contenuti

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.