Abbiamo già parlato di alcuni aspetti da considerare quando inizi a costruire la tua strategia di marketing online:

Oggi invece ci occupiamo di un aspetto spesso sottovalutato perché dato per scontato: il tuo target, ovvero i tuoi clienti ideali.

Il cliente tipo di oggi

La prima analisi da fare quella sul tuo attuale cliente tipo. Ecco alcune domande su cui soffermarti:

  • Sono più uomini o donne?
  • Età media e fascia di età più presente?
  • Provincia/regione di residenza (se il business è sovracittadino)
  • Come parlano?
  • Quali parole ripetono abitualmente?
  • Cosa amano?
  • Di quali argomenti parlano abitualmente?
  • Come considerano il tuo prodotto/servizio?
  • E la nostra azienda?

Sì, in sostanza torniamo al listening. Può essere più semplice se hai già le idee chiare in merito perché tieni traccia delle caratteristiche di chi ti segue sui social, ma è facile che per avere tutte le informazioni che ti servono tu debba tornare al nostro grande amico.

So che poche imprenditrici riflettono approfonditamente sul proprio cliente classico, quello che compra di più e che ritorna perché ormai è fidelizzato. Poche, insomma, sanno che tipo di persone fanno portare a casa la maggior parte del fatturato.

La tentazione sarà, quindi, quella di rispondere “Chiunque” alla domanda iniziale “Chi sono i tuoi clienti?”. Ecco, anche no. Ogni business ha un cliente tipo con caratteristiche precise.

Il problema è che di solito si considera una perdita di tempo tutto quello che non è “vendere”.

Ma come posso incrementare il fatturato se non so chi sono i miei acquirenti?

Bene, una volta definito questo aspetto è ora di guardare al futuro.

Il cliente che vuoi raggiungere

Alle volte presente e futuro non coincidono, o meglio: se hai scelto di cambiare la tua strategia di comunicazione è facile che il tuo cliente di oggi non sia il cliente che vuoi avere domani. O che non sia solo quello.

Dobbiamo quindi capire chi sono le persone con cui vuoi davvero lavorare.

Qui devi muoverti su due fronti:

  1. il tuo punto di vista
  2. l’analisi di listening sul mercato di riferimento.

Il tuo punto di vista è ovviamente fondamentale perché questo è il tuo progetto su cui stai investendo tempo e denaro. E questo vale soprattutto se analizzando il cliente tipo attuale ti sei resa conto di conoscerlo a fondo.

Più sei consapevole di questi dati, più sarà facile che le tue idee siano chiare anche sul futuro consumatore da attrarre.

Però sarà anche necessario tornare al listening sul mercato di riferimento cercando di capire chi parla dei temi relativi al nostro settore, con che tono e con che insight.

Per questo il listening è fondamentale, perché non si tratta solo di analizzare cosa si dice di te online o di studiare i tuoi competitor, ma di capire dove e come sarà meglio indirizzare la tua comunicazione e, in ottica più ampia, il tuo business.

E tu ti sei mai chiesta quale sia il tuo cliente ideale?