Ti senti sempre dire…

Il sito non serve a nulla.

I blog sono morti.

La gente guarda solo i social.

Contano solo video e immagini.

Ma d’altronde altri dicono che…

Senza sito non fai nulla.

Il blog ti serve per posizionarti.

Chi è davvero interessato vuole approfondire.

Non tutti vivono solo di visual.

Quindi i social servono? Puoi farne a meno? Sono indispensabili?

Questa è una di quelle fantastiche situazioni in cui la verità sta nel mezzo, perciò preferisco spazzare via prima le questioni tecniche per poi concentrarmi sul vero motivo per cui mi viene spesso fatta questa domanda.

Social sì o no: il lato strutturale

Questo è un breve ripasso di concentri che ho spiegato molte volte, ma che trovo sempre utile ribadire:

  • I social non ti appartengono, quindi devi sottostare alle regole di altri (formati, visibilità, lunghezza dei testi o durata dei video, visibilità determinata dagli algoritmi, ecc…) e questo ti limita dal punto di vista espressivo
  • Il sito e la newsletter, invece, sono canali completamente tuoi dove sei tu a fare le regole (legalità a parte che dò per scontata) almeno a un buon 90% (i limiti tecnici e le regole della SEO ci sono anche qui ma impattano molto meno)
  • Un discorso a parte va fatto per Pinterest e YouTube che nascono come social ma stanno diventando sempre di più dei motori di ricerca.

Ora che siamo tutte coscienti di questi aspetti e che abbiamo capito che l’ideale è centrare la comunicazione sui canali proprietari usando i social come casse di risonanza, possiamo passare ai blocchi veri e propri.

I veri motivi per cui si odiano i social

Lo leggo e me lo sento dire sempre più spesso “Odio i social” alternato a “Non li amo” e “Se non mi servissero per lavoro non ci starei nemmeno”.

Dopo anni di consulenze e conversazioni con tante donne e imprenditrici mi sono fatta un’idea dei principali perché di questa reazione di fastidio:

  1. Per paura che il proprio lavoro, le proprie idee e perfino la propria vita siano giudicati e additati come sbagliati e si sa che si è più a rischio quanto più si parla in luoghi affollati, digitali o analogici che siano
  2. Perché richiedono un mantenimento costante, il che comporta (lo dico con molto realismo) fatica operativa e fatica creativa
  3. Perché finora non hanno portato i risultati sperati e quindi ci si convince che “non funzionano” quando invece il problema è la mancanza di una strategia efficace o addirittura di una strategia e bast
  4. A volte lo si dice e ce ne si convince anche perché è di moda; non raccontiamoci palle: la pressione sociale esiste, soprattutto se nella nostra cerchia di contatti il mood è quello di dichiararsi introversi (anche se magari non lo si è ma è una buona scusa per schivare persone e impegni sgraditi 😬) o di prendere le distanze “dalla gentaglia che c’è su Facebook” senza prendersi la responsabilità di chi accettiamo nell nostra cerchia di contatti.

Quali soluzioni possiamo trovare

Io amo comunicare in generale e anche farlo sui social, con Instagram e LinkedIn in testa, quindi non posso lasciarti senza soluzioni per ognuno dei problemi che ti ho appena esposto e in almeno uno dei quali, sicuramente, ti riconosci:

  1. Paura del giudizio: devi far pace con l’idea che tanto non puoi piacere a tutti e che soprattutto quando si parla di lavoro e vendite, tu non sei per tutti; comunica con onestà e libertà è attirerai esattamente i clienti che desideri allontanando quelli tossici che sono più spesa che resa
  2. La fatica operativa la puoi risolvere delegando esternamente la pubblicazione dei contenuti, ad esempio a un’assistente virtuale, mentre per la fatica creativa puoi andare qui dove troverai anche strumenti per alleggerire l’operatività
  3. Per far funzionare le cose devi avere una strategia e per iniziare puoi leggere qui, costruire il tuo progetto qui, o scegliere una delle mie consulenze
  4. Se il problema è invece la moda imperante posso solo ricordarti che non hai più 16 anni, che le reginette della festa hanno fatto il loro tempo e che è ora di far valere la tua voce, il tuo potere e la tua individualità perché sono preziosi.

Tu cosa pensi dei social? Raccontamelo nei commenti!


Ti è piaciuto questo post? Condividilo su Pinterest!

Social sì o no? Facciamo chiarezzaSocial sì o no? Facciamo chiarezzaSocial sì o no? Facciamo chiarezza

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.