Il rapporto fra strategia e piano editoriale è strettissimo e a due vie. In questo post ti spiego cosa vuol dire.

Ti sei mai chiesta davvero cos’è una strategia di marketing e cos’è, invece un piano editoriale? O meglio: ti sei mai chiesta qual è il rapporto fra piano editoriale e strategia?

Te lo chiedo perché mi rendo conto spesso di come ci sia confusione fra questi due elementi che spesso, nell’immaginario delle mie cliente, vanno a sovrapporsi.

Quindi vediamo di fare chiarezza: il piano editoriale parte da un lavoro approfondito sui tuoi obiettivi, su quello che vuoi comunicare e su come vuoi farlo.

In sostanza il piano editoriale (insieme al calendario) è il mezzo fisico attraverso cui metti rendi operativa la tua strategia.

La strategia è il progetto, mentre piano e calendario editoriale sono il cantiere attraverso cui l’opera viene realizzata.

Quindi quali sono gli elementi base da cui partire? Sono i tuoi obiettivi e i tuoi valori.

Dagli obiettivi, infatti, nascono sia i prodotti e i servizi che vendi sia le altre attività accessorie che ti portano a raggiungere i traguardi non di fatturato ma, ad esempio, di branding, o di spostamento di nicchia di mercato.

Facciamo un esempio: se vuoi posizionarti come esperta di sartoria per donne che amano lo stile country-chic potresti decidere che un buon modo è avviare delle partnership con riviste di arredamento del settore o con creative che si occupano di arredamento o restauro mobili o decorazioni floreali che seguono questo stile. E come puoi fare? Ad esempio intervistandole o facendoti intervistare. Queste interviste su quale canale andranno pubblicate? E su quali altri le rilancerai? Sui social quali hashtag dovrai usare per aiutarne la diffusione?

Se invece vuoi vendere il nuovo abito in cotone per l’autunno cosa sarà importante far capire alle clienti? Dovrai far conoscere il tessuto scelto, magari perché lo hai acquistato proprio da quel fornitore, perché hai deciso di dare all’abito un certo taglio, qual è l’occasione giusta per indossarlo, come abbinarlo ad altri capi o accessori e magari come sfruttarlo il più possibile durante l’anno. Quali contenuti userai e su che canali?

Tutto questo va a riempire alcune caselline del tuo piano editoriale.

E quando avrai ripetuto questa attività per tutti i tuoi obiettivi, potrai guardare le altre e fare lo stesso ragionamento per i tuoi valori (e quindi per la tua filosofia professionale). E via con altre caselline riempite!

Ovviamente il come le riempirai dipenderà dal tono di voce che hai deciso di usare, dall’archetipo che ti guida e che deve entrare in sintonia con quelli dei tuoi clienti.

Pianificare in questo modo i tuoi contenuti ti permette anche di rendere più veloce il lavoro perché sai da dove partire per creare una relazione con il tuo pubblico e contemporaneamente ti fa tenere gli occhi sulla palla centrando sempre gli obiettivi.

Vuoi imparare a essere sempre più efficace nel gestire il rapporto fra strategia e piano editoriale? Allora ti serve il mio percorso gratuito Sweet Time!

Invece per lavorare sui tuoi valori puoi scaricare il mio schema qui.

Qual è il rapporto fra piano editoriale e strategia?

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.