Obiettivi di marketing cosa sono davvero - Sara Salvarani Sweet Marketing

Abbiamo parlato più volte di quanto è importante definire buoni obiettivi di marketing per poter elaborare una strategia che funziona e far crescere il tuo business.

Abbiamo anche detto che un buon obiettivo è un obiettivo PURE SMART (e qui ti sottolineo come sempre l’importanza della E di Ecologico per la tua vita).

Sicuramente hai letto molto altro, sul web e non, sugli obiettivi, ma cosa sono davvero gli obiettivi di marketing?

Oggi vedremo proprio questo.

Obiettivi di business e obiettivi di marketing

Anche se nessuno lo dice mai chiaramente, gli obiettivi di marketing sono diversi dagli obiettivi di business.

Ma come – mi dirai tu – non si parla sempre di fatturato?

Ni. Come vedremo gli obiettivi di marketing si distinguono dal semplice fatturato (ma d’altronde anche quelli di business…altra cosa che ti spiegano in pochi) anche se la somma che ti porti a casa a fine anno è senza dubbio un parametro importante.

Quello che è certo, però, è che gli obiettivi di marketing sono funzionali a quelli di business, ovvero se non raggiungi i primi puoi fare ciao ciao con la manina ai secondi.

Quali sono gli obiettivi di marketing

Tecnicamente, te lo spiego per aiutati a capire meglio i tecnicismi di molti testi e contenuti online, questi traguardi si definiscono KPI ovvero Key Performance Indicator, cioè indicatori chiave di performance.

In sostanza non misuriamo la qualunque, ma solo quello che conta davvero ai fini del raggiungimento dei risultati che desideriamo.

I KPI del marketing si dividono in tre categorie:

  • di conoscenza (la cosiddetta brand awareness)
  • di reputazione (la brand reputation)
  • economici.

Vediamoli uno per uno.

Obiettivi di marketing cosa sono_Pinterest - Sara Salvarani Sweet Marketing Coach

KPI di conoscenza

Trovano posto in quella categoria tutti i parametri che valutano quanto le persone conoscono te, il tuo nome, la tua attività.

Se le persone non ti conoscono, se non sanno che esisti come potranno mai scegliere di comprare da te? Farsi conoscere è fondamentale, quindi poniti obiettivi precisi che rispondano a questa domanda: quante persone in più conoscono me è il mio lavoro?

Per rispondere i KPI da tenere monitorati sono:

  • follower sui social
  • numero di iscritti alla newsletter
  • numero di visitatori unici sul sito
  • numero di visite arrivate al sito per ricerca diretta (su Google Analytics lo trovi indicato come Direct) ovvero digitando proprio il tuo indirizzo web, o per ricerca organica (cercando il nome del tuo sito o il tuo) se Google non ha classificato tutte le parole chiave come “not provided”. 

KPI di reputazione

Qui mettiamo tutti i parametri che misurano quanto le persone ti riconoscono come un’autorità nel tuo campo, quanto ti apprezzano e ti stimano.

Capisci perché ti dico sempre che ok il numero di follower, ma ci sono cose molto più importanti a cui guardare?

I KPI di questa categoria sono:

  • numero di recensioni positive ricevute
  • richieste di collaborazioni/interviste/guest post/ecc…
  • mention sui social
  • livello di positività dei commenti (e qui lo strumento principe è l’analisi di listening).

Il parametro in mezzo

Fra conoscenza e reputazione c’è un terreno comune, un KPI che unisce queste due categorie: il tasso di engagement sui vari canali.

Quanto sono coinvolte le persone dai tuoi contenuti? Quanto interagiscono?

Per ogni canale somma i commenti, i like, le condivisioni, i messaggi in direct, le risposte alle storie interattive su Instagram, quelle alle newsletter, i commenti sul blog, ecc…

Questo KPI ti die quanto sei conosciuta perché, ovviamente, più gente ti conosce più questi numeri crescono, ma ti parla anche di reputazione perché se le persone non apprezzassero quello che scrivi, non se ne sentissero coinvolte, stimolate, interessate, non interagirebbero con te.

KPI economici

Ovviamente il marketing e la comunicazione hanno, fra i loro obiettivi, anche quello di farci vendere. Inutile girarci intorno: hai un business per vendere, quindi non nasconderti dietro a un dito: vendere ti serve ed è giusto così!

Ma quali sono i parametri economici da considerare? Eccoli:

  • Il fatturato
  • Il tipo di prodotti venduti (perché se fatturi 100.000€ vendendo 10 prodotti da 10.000€ è molto diverso, a livello business, che farli vendendo 10.000 prodotti da 10€)
  • Il tipo di cliente a cui hai venduto (perché se i 100.000€ li fai vendendo a persone che non sopporti…finirai per spendere tutto in gastroprotettori).

Tocca a te

Raccontami nei commenti: hai mai misurato qualcuno di questi parametri per capire come stanno andando i tuoi obiettivi di marketing? Quali invece stai ancora ignorando?
Per approfondire ancora di più l’argomento va qui.

Obiettivi di marketing: cosa sono davvero?

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.