No, non funziona così e questa impalcatura di credenze porta tante imprenditrici a scoraggiarsi e lasciar perdere completamente il marketing, il che porta rapidamente anche a lasciar crollare i loro progetti imprenditoriali.

Il marketing, invece, è composto da alcune fasi necessarie a creare un progetto solido che porta alle persone giuste il messaggio giusto: il tuo.

Vediamole una per una.

Analisi: definizione del cliente e studio del mercato

Tutto parte da qui: analizzare in rete cosa si dice del tuo settore di riferimento, di cosa parlano i clienti, cosa chiedono, quali sono le loro caratteristiche.

Puoi approfondire il tema leggendo questo post o anche questo.

E se vuoi analizzare a fondo il tema del cliente ideale vai di corsa qui.

Creazione dei prodotti

Una volta che hai studiato quello di cui hanno bisogno i tuoi potenziali clienti è il momento di creare i prodotti perfetti per loro.

Ma con quale criterio? Devi fare tutto quello che vogliono anche se ti viene l’orticaria? Nemmeno per idea!

Come ti ho spiegato in questo post, lo sweet marketing prevede che tu faccia solo quello che ti fa stare bene e in cui credi.

Ovvio che se devi scegliere fra creare due prodotti che ti piacciono allo stesso modo guarderai a quale dei due è più richiesto.

E l’altro? Prima dovrai capire a quale tipo di persona può interessare, studiare a fondo quel target e poi proporre il servizio, perché se il tuo cliente standard non lo vuole dovrai andare a offrirlo a qualcuno di diverso.

Strategia: branding, vendita, fidelizzazione

L’elaborazione della strategia è la nostra terza fase.

Ora che sai chi sono i tuoi clienti, cosa chiedono al mercato e quali prodotti puoi proporre loro, devi seguire il percorso di acquisto che è fatto di 3 fasi:

  1. Branding, ovvero la costruzione di una reputazione e di un posizionamento solido, il diventare un punto di riferimento
  2. Vendita, cioè dovrai elaborare una strategia per la vendita di ogni singolo prodotto: messaggio da trasmettere, canali da usare, contenuti da preparare, ecc…
  3. Fidelizzazione, che significa fare in modo che i clienti ritornino a comprare da te, arrivando addirittura a farti pubblicità condividendo la splendida esperienza che è stata essere tuoi clienti.

Costruisci una strategia per ognuna di queste fasi e il tuo marketing spaccherà!

Operatività e programmazione

Dopo la strategia arriva il momento di creare i contenuti e programmarli.

Come ti ho detto la scorsa settimana, programmare i contenuti ti salverà da molte perdite di tempo, errori fastidiosi e anche da una comunicazione improvvisata e disomogenea.

Per farlo ti serve uno schema? Puoi scaricare il mio modello di calendario editoriale.

Vendita

A questo punto sei pronta: è il momento di vendere.

Quando lanci i tuoi prodotti ora non devi più rincorrere i clienti perché tutto il lavoro fatto in precedenza ti avrà fatta arrivare a questo giorno con:

  • Una reputazione solida
  • Prodotti sensati e utili ai tuoi clienti
  • Una comunicazione che li ha presi per mano e li ha accompagnati fino al momento dell’acquisto.

Così vendere non sarà più angosciante ma semplice e piacevole.

Follow up

Ricorda che dopo la vendita il cliente non va mai abbandonato!

Questo è il momento di ringraziarlo, chiedere come è andata con ciò che ha acquistato, inserirlo in un sistema che periodicamente gli ricordi che ci sei e che a lui ci tieni, magari coccolandolo con piccoli omaggi periodici.

In conclusione

Queste 6 fasi sono indispensabili a creare un marketing efficace e soprattutto giusto per te, per i tuoi obiettivi e i tuoi valori.

Tu le segui tutte? Raccontamelo nei commenti!

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.