Non faccio che parlare di questo problema e di come arginarlo, ma comunque rimane ancora molta strada da fare prima che le imprenditrici vivano il marketing e, più in generale, la comunicazione per il business in modo leggero e sereno, perché ancora troppo e ancora troppi, soprattutto sul web, fanno un marketing aggressivo, totalmente improntato alla vendita, dando sempre di più l’immagine di qualcosa di finto, spinto all’eccesso dalla voglia di dimostrare una figaggine e una supremazia che lasciano aperti parecchi dubbi.

Quello che raccomando sempre alle mie clienti e a chi mi segue è di lasciarsi sempre aperti degli spazi in cui mostrare il proprio lato umano, la propria personalità, i “pensieri sparsi” sulla vita, la quotidianità e, solo se le cose si incastrano con naturalezza, anche sul lavoro.

Quali sono i canali migliori per questo tipo di comunicazione?

Nella mia esperienza sono Instagram e Pinterest, due social di tipo visuale che permettono sia di condividere rapidamente cose che si sono trovate in rete e che si ritengono interessanti, sia di far conoscere i piccoli momenti di meraviglia e le esperienze della vita che riteniamo possano portare bellezza agli altri.

Ma andiamo con ordine e vediamo come puoi utilizzare questi canali per rendere più viva, personale e umana la tua comunicazione.

Instagram

Instagram è un’app diventata social e non sto qui a raccontarti i consigli tecnici che puoi facilmente già trovare in rete.

Piuttosto voglio farti capire come questa piattaforma non serva tanto a condividere l’ultimo blogpost o a vendere i tuoi prodotti (o per lo meno non solo a quello), ma che dovrebbe essere il regno della legge dell’80-20, ovvero un luogo dove nel 20% dei casi parli dei tuoi prodotti e servizi e nell’80% di te, di cosa ti accade e soprattutto del tuo sguardo sul mondo.

Instagram è uno strumento multilivello, ovvero un luogo dove c’è spazio per la foto curata, bella, con una buona inquadratura, ma anche per il nostro lato più cazzaro e tamarro visto l’immenso contributo che GIF, emoticon, filtri buffi danno alla diffusione delle storie.

Inoltre Instagram è una piattaforma multistrumento perché ci troviamo su foto, video brevi (dai 15 secondi delle storie al minuto del feed), caroselli, dirette, rewind, boomerang, ecc… Questo lo rende perfetto per i vari stati d’animo, per i diversi tempi da dedicare al suo uso e per dare un’impronta davvero personale al tutto.

Insomma, Instagram è ciò che decidi di farne, ma fa attenzione: ormai siamo tutti un po’ stanchi della vita patinata, superfiga e spesso fintissima che si respira da un po’. Ritorna all’uso originale di questo mezzo: una narrazione della vita raccontata attraverso istanti significativi.

Pinterest

Pinterest è un social che si sta rapidamente trasformando in un motore di ricerca vero e proprio, infatti è una fighissima fonte di traffico verso il tuo sito.

Come sai, è costituito da bacheche e qui puoi davvero sbizzarrirti fra bacheche personali e professionali facendo attenzione ad avere il giusto mix: le bacheche legate al tuo lavoro ci devono essere (qui trovi le mie), ma puoi aggiungerne altre che parlano delle tue passioni, facendo attenzione che siano comunque interessanti per chi ti segue o per chi vuoi che ti segua.

Ad esempio io ho Libri utili per imprenditrici, Crescita personale, Creatività, Ufficio in casa, Narrativa (quanto amo leggere!) e Organizzazione.

Soprattutto le ultime due non riguardano strettamente il mio lavoro, ma ritengo che le donne che mi seguono possano trovare qui dei contenuti utili per loro, quindi ho deciso di inserirle.

Ovviamente, come tutte!, anche io uso Pinterest in modo molto personale, salvando citazioni, immagini divertenti, contenuti legati alle mie passioni che con il lavoro hanno poco a che fare e che quindi se ne stanno belli belli in una bacheche segrete.

Il cuore dell’uso di Pinterest per rendere viva la tua comunicazione è di concepirlo come uno strumento che ti mette al servizio di chi ti segue e che, in questo modo, ti referenzia e migliora il tuo personal branding.

Conclusioni e prossimo appuntamento

È giusto ritrovare il lato personale del web, quello spazio di condivisione che ha reso la rete un luogo bello da vivere perché ci preoccupavamo di condividere bellezza e cose utili.

Instagram e Pinterest ti aiutano a farlo con lo stesso spirito con cui, molti anni fa ormai, aprivamo i primi blog (il mio lo trovi qui).

Ovviamente, non mi stancherò mai di dirlo, devi inserire questa parte della tua comunicazione in una strategia complessiva per evitare di sbilanciarla eccessivamente da una parte o dall’altra.

E ora veniamo al prossimo appuntamento di questa serie dedicata ai canali della tua comunicazione. Rullo di tamburi…il prossimo appuntamento è sul mio canale YouTube lunedì 19 agosto e parleremo di Blog. Ti aspetto!

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.