3 step facili per impostare il tuo marketing

Ci sono due momenti chiave in cui un’imprenditrice ha bisogno di capire quali son i passi fondamentali per impostare un marketing corretto:

  • quando inizia la sua attività
  • quando si accorge che i prodotti non si vendono da soli.

Se appartieni a una delle due categorie, questo è il post che fa per te.

Quando ho iniziato a lavorare sul web non ho avuto una colossale necessità di promuovermi: ero una blogger, i blog all’epoca erano il principale canale di comunicazione e, soprattutto, eravamo poche. Mi sono così costruita in fretta un nome forte che mi ha permesso di arrivare fino alla scelta di lasciare il mio lavoro dipendente.

Le cose sono cambiate quando ho deciso di virare sul digital marketing…perché come si dice “Lo scarpolino va con le scarpe rotte” e ho commesso un errore davvero molto comune che non mi ha permesso di crescere come volevo.

Ci ho messo tempo a rimettere tutto in fila, ho dovuto fare delle scelte, ho lavorato sodo e ora sono qui a spiegarti quali sono i 3 step facili per impostare il tuo marketing.

Pronta? Iniziamo!

Scopri chi sei (fidati, non ci si conosce mai abbastanza)

Partiamo subito con il mio errore.

Io vengo da una formazione digital di agenzia. Ho sempre pensato che quello fosse il mio ruolo: essere freelance ma all’interno di un contesto organizzato.

Ho scoperto che fatico. Molto. L’agenzia classica non fa per me…brrrrr!

Sono una freelance nell’anima, quindi ho dovuto scendere a patti con me stessa fino a trovare la dimensione che va bene per me. Per questo sono socia di una cooperativa che si occupa di consulenza e formazione (grazie a cui collaboro a splendidi progetti aziendali e formo persone in tutta l’Emilia Romagna), ma sviluppo la maggior parte del mio business con la categoria di clienti che preferisco in assoluto: le imprenditrici e le freelance.

Il mio è stato un percorso lungo e faticoso che è passato attraverso alcune tappe di scoperta e accettazione:

  1. capire che volevo occuparmi di comunicazione e non più di sicurezza sul lavoro
  2. capire che volevo fare l’imprenditrice e non la dipendente
  3. capire che devo basare la maggior parte del mio business solo sulle mie forze e non su quello che altri possono creare per me (sì, sono un po’ masochista ma io mi diverto così!)
  4. capire che i clienti con cui amo follemente lavorare sono donne che hanno scelto con coraggio una strada professionale che spesso prima non consideravano nemmeno.

Ecco, è stato un quel momento che ho capito che direzione doveva prendere la mia comunicazione: quella che risuonava di più con il mio vero io.

Per capirmi meglio ho utilizzato il test degli archetipi di Cerries Mooney e sai cosa ne è uscito? Che il mio archetipo primario è l’Esploratore.

In perenne ricerca di un mondo migliore fuori e dentro di me.

Ambiziosa.

Indipendente.

Ferma nel richiedere (a me stessa e agli altri) autenticità e corrispondenza di valori.

Innamorata del viaggio ancora prima che della destinazione.

Ecco, questo mi ha aiutata moltissimo a capire me stessa e come promuovere il mio business.

Perché il marketing parte sempre dal comunicare chi siamo e quali valori ci muovono.

Quindi ora tocca a te: chi sei? Qual è il tuo scopo primario nella vita e nel business? Qual è il contributo che vuoi portare al mondo? In che modo? E poi la domanda più scottante di tutte: cosa vuoi fare TU con il tuo business? Come vuoi lavorare?

Crea un’immagine coerente (attenta però, perché non conta solo il look)

Niente è peggio che seguire qualcuno sul web e vedere che su un canale è in un modo e su un altro è completamente diversa.

Peggio ancora è quando immagini una persona in un modo, compri un suo prodotto o servizio e…scopri che è diversissima da come te l’eri immaginata (e di solito non è mai in meglio).

Spesso, però, quando si parla di immagine di brand (sì, tu sei un brand!) ci si limita a colori, font, immagini. Tutte queste cose sono fondamentali, ma la cosa ancora più importante è che i contenuti che proponi siano coerenti con la persona che sei, quindi con la tua essenza e con i tuoi valori.

Ad esempio, io mi sono resa conto che il mio profilo Instagram seguiva le regole delle “foto che piacciono” (colorate, molto luminose, con tanti oggettini puccettosi) e delle “foto per il business”, ma non rispecchiavano il mio modo di essere, le mie passioni, le cose che davvero mi rendono quella che sono. Così me ne sono fregata e ho iniziato a fare le foto che volevo: sono il regno del vintage, anzi forse delle cose vecchiotte (brocante come dice chi sa parlare francese!), ma anche dei fiori, della musica, dei quadernini belli e della modernità a tinte soft.

Ecco, quando le guardo mi rivedo, quindi evviva! Ho trovato il modo di farti capire esattamente chi sono.

Per me il punto su cui lavorare erano le foto, ma per la maggior parte delle imprenditrici sono le parole. Ti faccio un altro esempio: quando dico alle mie clienti che per creare un buon piano editoriale devono rifarsi anche a testi puramente narrativi, di solito pensano che io sia impazzita.

Ma rifletti: i romanzi che leggi raccontano del tuo approccio molto di più dei testi tecnici, quindi perché non usarli come appiglio per raccontare il tuo business?

Perfetto, ci siamo capite!

Ascolta i tuoi clienti (sì, anche se non ne hai ancora)

Ascoltare ascoltare ascoltare. Questa è la chiave di una comunicazione di successo. E se non hai ancora clienti, ascolta il mercato: cosa dicono i clienti dei tuoi competitor? Cosa chiedono? Di cosa si lamentano e cosa apprezzano?

Ma perché è così importante?

Ti faccio un elenco di motivi importantissimi:

  1. Creerai solo prodotti che servono davvero, che, fidati, si vendono con un marketing molto più semplice degli altri!
  2. Capirai che tipo di persone sono, cosa muove le loro scelte, qual è il loro approccio alla vita e il loro sguardo sul mondo. Questo renderà la tua comunicazione molto più semplice, perché saprai come porre i concetti in modo che siano compresi e accettati. Le vendite andranno di conseguenza.
  3. Li farai sentire accolti, e l’accoglienza crea legami indissolubili.

Con questo terzo step hai in mano tutti gli strumenti di base per costruire un marketing che ti rispecchia, che ti mette in contatto con le persone giuste e che ti porterà al successo che meriti.

E se hai bisogno di aiuto basta andare qui.


[mailerlite_form form_id=1]

Tu cosa ne pensi?

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.