4 elementi di un piano editoriale che funziona

Ma come fai a scrivere così tanto?”

“Eh, ma tu ce l’hai nel sangue, ci credo che riesci a trovare sempre idee!”

“A parte pubblicizzare i miei prodotti di cosa dovrei parlare?“.

Ecco, queste sono solo 3 delle cose che escono più spesso quando parlo dell’importanza di avere un piano editoriale per la tua attività.

Ah, no, dimenticavo la quarta: “Ma io non faccio marketing di mestiere, io devo vendere i miei prodotti!”.

Ecco, a 4 osservazioni ho dato 4 risposte, o meglio, ho deciso di condividere con te i 4 elementi di un piano editoriale che funziona.

Perché, è vero, tu non fai o insegni marketing ad altri come me, ma devi fare marketing per la tua attività se vuoi vendere i tuoi prodotti. Già, quei brutti cattivi hanno il difetto di non arrivare da soli ai tuoi clienti se loro non sanno che esistono!

Quindi ora vediamo uno per uno questi elementi per un piano editoriale che faccia faville!

È dedicato a un cliente specifico

Smettila di voler vendere a tutti.

Recentemente mi è stato detto “Ma i clienti si accettano tutti!”. Beh, ovvio che non cacci nessuno dal tuo negozio in malo modo (a meno che non sia maleducato: esigi sempre rispetto) o che non rifiuti una consulenza perché ti svegli di malumore, ma prova a sognare di poter decidere quale cliente attirare, non sarebbe meraviglioso?

Bene, il piano editoriale ti aiuta anche in questo, ma per farlo accadere devi crearlo pensando a una specifica tipologia di cliente.

Crea un ritratto di questa persona, scegli una foto che la rappresenti, dalle un nome e immagina in tutto e per tutto cosa fa, come vive, cosa sogna, perché creare contenuti per un cliente ben preciso è molto più efficace che sparare nel mucchio.

Parla di te e di ciò che vendi in rapporto alle soluzioni che porti al tuo cliente

Al centro del tuo piano editoriale c’è il cliente, questo lo abbiamo chiarito, ma gli strumenti per farlo sono testi, video, immagini che parlino di te e del tuo business come una soluzione ai suoi quesiti, una risposta ai suoi bisogni e un sostegno per raggiungere i suoi obiettivi.

Questo significa che dovrai alternare la presentazione di prodotti e servizi con informazioni su di te, contenuti utili che crei tu (es. i tuoi blogpost o le tue risorse gratuite da scaricare) e contenuti interessanti per i tuoi clienti che trovi in giro per il web.

In tutto questo la promozione dei tuoi prodotti dovrebbe essere un 20-30% dei tuoi contenuti, non di più, o sembrerai una piazzista fastidiosa e aggressiva.

Sara Salvarani_ 4 elementi piano editoriale efficace _Pinterest_1000x1500

È organizzato

Un buon piano editoriale non è lasciato al caso ma è organizzato con regolarità per darti sempre il quadro generale di quello che vuoi comunicare e vendere.

È coinvolgente

Un piano editoriale che funziona si fa amare da chi legge i tuoi contenuti.

Genera condivisioni, commenti, mi piace e quintalate di buon karma positivo.

Come ottenerlo? Beh, se hai operato bene sui primi due punti, questo sarà una conseguenza naturale perché le persone si fanno coinvolgere facilmente da ciò che li chiama in causa, da quello che li fa sentire compresi e li aiuta a raggiungere obiettivi e allontanarsi dai problemi.

Un altro fattore che ti può aiutare è la scrittura efficace e se non sai da dove partire, puoi iniziare da qui.

Mentre se vuoi imparare davvero a costruire un piano editoriale efficace, che ti assomiglia e che soprattutto rende felici i tuoi clienti, puoi andare qui. Io ti aspetto!