La scrittura è un ponte per costruire il tuo business

Parlare non è necessario, scrivere lo è ancora meno. Per migliaia di anni gli antenati della specie umana hanno vissuto sulla Terra gridando come gli altri animali, ma senza parlare.

(Tullio De Mauro)

Ebbene sì, la scrittura non è necessaria per la sopravvivenza, si può serenamente vivere senza scrivere (e senza parlare).

E allora perché tutti ci affanniamo tanto dietro a questa pratica non necessaria?

Perché fin dalla scuola materna ci massacrano le scatole con ‘sto cavolo di alfabeto?

Semplicemente perché siamo parte di una comunità e questa comunità fonda gran parte della sua essenza sulla parola e in particolare sulla parola scritta.

La scrittura unisce perché crea un terreno comune di condivisione

Perché gli esseri umani hanno iniziato a comunicare con le parole?

Beh è ovvio: per capirsi, per condividere informazioni, regole di convivenza, fare baratti prima e commerci poi, per parlare di emozioni e sentimenti.

In sostanza l’uomo ha iniziato a parlare per costruirsi una vita di comunità, un terreno di condivisione.

E la scrittura? Perché si è complicato la vita con la scrittura? Per creare testimonianza, per comunicare fra luoghi lontani, per tramandare con certezza le leggi, ma soprattutto le tradizioni.

La scrittura è l’evoluzione della parola, lo “stadio pro” che ha permesso al genere umano di abbattere le barriere di spazio e tempo a cui aveva relegato la comunicazione.

La scrittura per il business crea legami

Ok, ma tutto ‘sto pippone perché dovrebbe interessare a te che scrivi per promuovere il tuo business?

Semplicemente perché lo so che la tua più grande paura nello scrivere contenuti per il tuo marketing è di sembrare un venditore di pentole! Ti ho beccata vero?

Tranquilla: è normale!

Ma è proprio per questo che ti ho spiegato tutto quello che hai appena letto: per farti capire che la scrittura per il business ti porterà a condividere contenuti utili ai tuoi clienti per creare una comunità attorno a te e aiutarla a risolvere problemi o soddisfare bisogni.

Non stai “piazzando” i tuoi prodotti a gente a cui non servono, ma stai aiutando qualcuno a migliorare la propria vita, anche se in una sua piccola parte, anche se da un punto di vista effimero e non essenziale.

Ma oggi quella persona ha bisogno proprio di te e del tuo aiuto, di quello che puoi fare per lei o di ciò che hai creato.

Fare marketing significa creare senso, significa comunicare il tuo mondo in modo che le persone ci si riconoscano, si sentano finalmente accolte e comprese, e scelgano i tuoi prodotti o i tuoi servizi perché risuonano con loro, perché li rendono più felici.

Noi non siamo ciò che possediamo, ma ci sono cose che ci rendono la vita migliore, questo è fuori discussione.

Se compro un quaderno perché è così bello che mi commuove, scriverci sopra sarà molto più divertente e anche se serve a tenere la contabilità, sarà una contabilità più gioiosa (e visto quanto mi fa schifo la contabilità, tenerla su un bel quaderno è l’unica cosa che può darmi gioia).

Se scelgo il tuo corso online per imparare a fare quadri astratti con le puntine da disegno (io me lo immagino come una deriva del puntinismo applicato alla cancelleria ❤️), quell’attività mi aiuterà a tenere viva la mia vena creativa e a staccare il cervello dalle mille incombenze quotidiane, evitandomi magari di sfanculare la vicina impicciona per la duecentesima volta.

Insomma, ricordati sempre che scrivere significa creare un ponte fra te e i tuoi clienti, per crescere insieme creando una nuova, gioiosa, comunità.

Tu come ti senti quando scrivi per il tuo business?


Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.