ispirazione-blog-aziendale

Ma cosa scrivo? Ispirazione per il blog aziendale

Oggi parliamo di un tema davvero critico per molte piccole e medie imprese che si affacciano alla gestione della propria comunicazione digital: come trovare ispirazione per il blog aziendale.

Le due domande del blogger impanicato

Immaginate la scena: sto facendo formazione, o una consulenza (durante le quali io tendo comunque a insegnare molto perché il cliente cresca ogni giorno), o anche una coaching in azienda. Già ho minato le certezze di chi mi sta di fronte dicendo che la prima cosa su cui investire è il sito, e la gente è ancora lì che cerca di farsene una ragione che…bum! gli sparo la seconda bellissima notizia: se vuoi che il tuo sito cresca, che la gente vada a visitarlo devi affiancare ai contenuti istituzionali e all’eventuale e-commerce anche un blog con contenuti interessanti e periodicamente aggiornato.

La prima domanda di solito è: “Ma ogni quanto devo scrivere?”.

La risposta è semplice: l’ottimale sarebbe ogni giorno, ma se devi farlo male perché non hai tempo (cosa comune nelle piccole attività) allora è meglio pubblicare poco ma con contenuti davvero utili e curati. Diciamo che all’inizio due-tre post a settimana danno una buona spinta. Se non riesci riduci anche a un post a settimana, ma mai meno.

A questo punto solitamente estraggo le bombole di ossigeno perché i presenti stanno iperventilando. Nell’immaginario comune due post a settimana equivalgono a un dispendio di tempo ed energia terribile, soprattutto dovendo rispondere alla seconda e terrificante domanda: “Di cosa scrivo?“.

Ispirazione, ispirazione delle mie brame

Sì, spesso la cosa che manda più in crisi le aziende o i professionisti che iniziano a scrivere sul blog aziendale è proprio il di cosa parlare.

Ispirazione contenuti

Quanto sapete del vostro lavoro? Quanto conoscete il vostro mercato di riferimento? E soprattutto: quante volte durante una giornata di lavoro vi rendete conto di conoscere il settore meglio della maggior parte delle persone?

Ecco, tutte queste sono ottime ispirazioni per scrivere sul vostro blog aziendale. Se dovessimo stilare una lista di contenuti papabili per il vostro spazio di comunicazione digitale sarebbe questa:

  • Prodotti e servizi: questi contenuti sono, ovviamente, importanti, ma non debbono superare 20% (circa) dei contenuti previsti. Questo perché chi vi legge non deve sentire il vostro fiato sul collo mentre dite “Compra compra compra”, ma deve affidarsi a voi perché siete competenti e lo dimostrate fornendo informazioni e risorse utili. Valutate di inserire i contenuti promozinali come “suggerimenti d’uso” dei prodotti più che come promozione pura e semplice.
  • Aneddoti: per spiegare i fondamentali del vostro lavoro o di come approcciarsi al settore e alle proposte che fa, un buon sistema è quello dei racconti di storie accadute realmente. Omettete ovviamente nomi e cognomi, a meno che non siate autorizzati, e usate l’accaduto per spiegare concetti e fornire nuove idee ai vostri clienti.
  • Idee in crescita: stai lavorando a qualcosa di nuovo? Devi lanciare un nuovo prodotto o servizio? Racconta come ti è venuta l’idea, quale esigenza stai cercando di coprire, a quale bisogno vuoi rispondere e (perché no?) chiedi consigli ai lettori su eventuali richieste in merito all’argomento. Di cosa sono in cerca?
  • Citazioni: io le chiamo “frasi gattino” e sono un buono spunto di partenza per costruire un post tematico. Non limitarti alle riviste o alla letteratura di settore, abituati a trovare ovunque, in libri di ogni genere, uno spunto professionale interessante.
  • News di settore: i mercati oggi corrono sempre di più, le tecniche si evolvono…anche tornando all’antico e riscoprendo modi di lavorare che sembravano sorpassati e sono invece sempre più validi.
  • Chi lavora in azienda o con l’azienda: parlate e fate parlare i vostri dipendenti e anche i fornitori, intervistate loro o i clienti, segnalate i loro successi e i loro traguardi.
  • Fiere ed eventi: una gallery fotografica, il diario di bordo della fiera, il racconto della festa di Natale…il momento live è sempre un tema apprezzato e dà il senso di una concretezza fisica anche a chi non può raggiungerti.

Insomma,

Il grande compositore non si mette al lavoro perché gli è venuta l’ispirazione, ma gli viene l’ispirazione perché è al lavoro.

(Ernest Newman)

quindi vivi e trai ispirazione da tutto ciò che ti circonda e vedrai nascere il tuo blog professionale in modo semplice, spontaneo e soprattutto appassionato.

Metti sulle sue pagine lo stesso amore con cui conduci il tuo lavoro e la tua comunicazione brillerà!

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *