Cosa ho imparato nel 2017

Due post in una settimana? Era una vita che non lo facevo! Beh, visto che ho intenzione di godermi davvero molto le prossime due settimane fra tanto riposo e pochissimo lavoro, ho deciso di scrivere oggi quello che mi ha insegnato il 2017, anche perché penso che possa esserti utile per programmare il tuo 2018 da imprenditrice.

L’atteggiamento mentale conta

Sto scrivendo questa cosa e contemporaneamente mi insulto perché ho speso tempo e denaro negli ultimi anni per approfondire questo tema e invece quest’anno mi ha davvero lacerata.

Per molti mesi sono stata negativa, mi sono rintanata nel mio guscio, ho ricominciato con il solito pessimo schema mentale alla Calimero e i risultati (se non negativi almeno molto poco positivi) si sono visti. Cercavo di tenermi su ma serviva a poco perché sotto sotto pensavo di non meritarmelo.

Finalmente a Giugno qualcosa si è mosso dentro di me e ho ripreso il controllo, dando origine a un 2017 davvero entusiasmante e di soddisfazione.

Quindi, visto che la mia parola dell’anno per il 2018 sarà “Viaggio”, ho intenzione di godermi il tragitto perché so che mi porterà alla meta.

MORALE: Fai attenzione a come parli a te stessa. Dimostrati amore e la tua strada sarà meravigliosa.

Shit happens…e allora?

Verissimo, non tutto è andato come volevo, anzi diciamo che ho spalato un bel po’ di…guano… 😀 , ma sai una cosa? Chissenefrega! Sono successe cose negative, ho fatto errori, e contemporaneamente ho imparato tantissime cose, prima fra tutte che devo seguire il mio istinto, fare ciò che amo e nello stile che amo.

Io non sono i miei errori e non sono le cose negative che, a volte, possono capitare.

Io sono una fantastica persona, divertente, capace nel suo lavoro e generosissima negli affetti, sono un essere prezioso e niente al mondo cambierà questa cosa.

MORALE: Un errore non farà crollare il tuo mondo.

Sono brava e le persone lo sanno!

Direttamente collegato al punto precedente c’è questo: ho acquisito consapevolezza del fatto che le persone che mi seguono, le mie clienti e chi si affida ai miei contenuti free mi stima profondamente.

Ogni mail che mi scrivi è un dono, ogni commento un onore e ti dico grazie perché hai capito che puoi affidarti a me come professionista.

Quando compri qualcosa da me la mia gioia è immediata perché so che potrò fare la differenza per il tuo business e questa è una sensazione meravigliosa.

MORALE: Piantala di stupirti perché ti dicono che sei brava: te lo meriti!

Devo prendermi cura di me

Quest’anno mi sono trascurata parecchio sia a livello fisico che emotivo e i risultati si sono visti (e si stanno vedendo ancora).

Il 2018 deve essere l’anno della svolta, devo ricominciare a prendermi cura di me, a muovermi regolarmente e a smetterla di trovare scuse.

MORALE: Mi amo, mi voglio bene e voglio stare bene, quindi agisco di conseguenza.

Senza manualità muoio un po’

Io sono una persona molto creativa. Per anni Mammachetesta è stato il mio luogo della creatività, lo sfogo del mio cervello che passava dalle mani.

Da quando ho iniziato a fare la freelance come consulente e formatrice, lasciando il lavoro di blogger, ho trascurato, prima ancora del blog, la mia anima creativa manuale.

E sento di aver perso qualcosa, qualcosa di importante che voglio ritrovare.

Non so se pubblicherò molti post, non è questo il punto. Ho però bisogno di lavorare con le mani, quindi mi dedicherò di nuovo alla mia amata creatività. Intanto ho pubblicato un post che doveva uscire un anno fa! Lo trovi qui.

MORALE: Ognuna di noi ha bisogno di uno sfogo, un hobby che la distragga e la ricentri. trova il tuo.

Ho bisogno di ordine dentro e fuori

Se mia madre mai leggerà questo post si sganascerà dalle risate perché l0unico ambito in cui io pratico l’ordine è nel lavoro (sì, sono maniacale!). Per il resto sono sempre stata circondata da un’ondata di caos.

Beh, ora ho bisogno di ordine.

C’è troppo caos in casa mia, troppe cose, troppa poca me. Quindi combatto con la mia indole conservativa (e soprattutto con quella di mio marito) e progressivamente elimino ciò che non serve, sposto mobili, riattrezzo aree e soprattutto modifico insieme agli spazi anche la mia schematizzazione interiore.

E se ti senti “in ordine” dentro, tutto ciò che fai, ogni singola attività trova il suo senso e il suo posto, portando grandi frutti.

MORALE: Le cose passano, tu no. Datti spazio.

Ho anche bisogno di un sonoro calcio in culo ogni tanto

Molto dell’atteggiamento mentale di cui al punto 1 è cambiato quando ho deciso di affidarmi a qualcuno per seguirmi e costringermi a fare passo passo le azioni importanti che mi servivano per portare avanti efficacemente il mio business.

Mi sono guardata attorno e ho trovato la coach che fa per me, ho iniziato a “testarla” con un primo corso e poi mi sono affidata a lei per sistemare quello che voglio far funzionare meglio nella mia attività.

È una coach tosta e fighissima perché io sono tosta e fighissima, ergo ho bisogno di qualcuno con la frusta in mano per farmi trottare.

MORALE: Chiedere aiuto non è debolezza ma saggezza.

C’è tanto amore là fuori

Il mondo è pieno di persone speciali e in questo 2017 ne ho incontrate tante.

In mezzo a mille strilloni che raccontano solo il brutto che ci circonda, io ho la prova che “love is in the air” e non voglio dimenticarlo mai.

MORALE: Ricorda sempre che non sei sola, che là fuori ci sono tante belle persone da conoscere e che possono donarti tanto.

Non mi resta che augurarti tanto riposo, amore e dolcezza. Ci risentiamo sui social per gli auguri di Natale!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.