apprezzare il team

Ispirazioni social – Apprezzare il proprio team

Quante volte avreste voluto che il vostro capo o qualche collega vi dicessero che avevate fatto un buon lavoro e invece tutti zitti e muti nonostante l’evidenza dei fatti? Quante volte vi si è svoltata la giornata per un cliente che vi ha fatto i complimenti e ringraziati per qualcosa davvero di ben riuscito? Ecco, l’ispirazione per #socialmediacosi di oggi parla proprio di questo, di quanto si importante far sentire importanti le persone che lavorano con noi.

Perché? Intanto perché è giusto, ma anche perché…

 

Un team, un gruppo di lavoro, un insieme di persone che collaborano (chiamatelo un po’ come vi pare) è un ecosistema delicato fatto di personalità, capacità professionali, umore, fatica, dedizione e passione. Tutto mischaito in proporzioni variabili tendenti spesso all’esplosione cosmica se le quadrature astrali sono negative.

Se siete voi il leader del gruppo da un punto di vista formale o anche solo “di elezione”,  dovete mettere in conto che per avere il massimo da chi lavora con voi dovete anche dare gratificazioni.

E non parliamo di soldi (che comunque ogni tanto sono un bel modo di motivare le persone) ma di una pacca sulla spalla, di un grazie, di un complimento fatto quando serve. Non significa mentire o blandire, ma dare il giusto merito alle persone.

E sapete perché è utile? Perché quando chiederete al gruppo uno sforzo in più, quando avrete bisogno di una riunione alle dieci di sera, quando dovrete far notare un errore (ok, quando urlerete come una scimmia impazzita) sarà più facile per loro digerire la cosa se avranno una buona scorta di gratificazioni a cui attingere nella memoria e soprattutto se sapranno che la prossima non tarderà ad arrivare.

Il bastone e la carota, un metodo vecchio come il mondo ma che come il mondo continua a girare e a far funzionare le squadre “ogni maledetta domenica”.

[Tweet “Siate dei motivatori, non regalate traguardi ma accompagnate il gruppo verso la vittoria faticando insieme.”]

E difendetelo il vostro gruppo da chi lo attaccherà, spendetevi per loro, non abbandonatelo mai e loro non abbandoneranno voi.

Vi lascio con il video perfetto, con il trascinatore perfetto: quello che parte dai suoi errori. Buon week end a tutti!

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *